Bce, Osnato (FdI): Francoforte ammette errori ma tassi restano alti, occorre sterzata quanto prima

0
127

“La Fed ci aveva infuso speranza, con quell’annuncio su tre tagli dei tassi nel 2024. Abbiamo sperato che anche dalla Bce giungessero notizie positive; Poco fa, invece, l’ennesima doccia fredda per un’Eurozona che chiede alla politica monetaria di non ostacolare la crescita”. Lo dichiara Marco Osnato – deputato di Fratelli d’Italia, presidente della Commissione Finanze e responsabile economico del partito – a commento della decisione con cui la Banca centrale europea ha tenuto costanti i tassi d’interesse, lanciando però alcuni allarmi sul deterioramento della situazione nel prossimo futuro. “Sorprende molto, ahinoi, leggere che nel breve periodo l’inflazione potrebbe registrare ‘un temporaneo incremento’, laddove ci si attende che ‘la crescita economica resti contenuta’. Non è quello che ci aspetteremmo da una cura draconiana come quella inflitta dalla Bce sul costo del denaro”, prosegue l’esponente di Fratelli d’Italia. “I sacrifici non siano invano. Ieri da Washington hanno sparso ottimismo, con ampi guadagni per i principali indici azionari americani; oggi da Francoforte ci arriva catastrofismo, che certo non fa bene ad alcuno”, prosegue. “Capisco sia difficile ammettere i propri errori, ma continuando così andremo a sbattere. La Bce dia una sterzata decisiva, allentando la stretta, prima che sia troppo tardi”, conclude Osnato.